Un movimento per cambiare

Oggi, dopo una chiamata che mi ha acceso la luce, ho deciso di muovermi per riuscire in un progetto che da tempo spero.
Perciò spero che questo post arrivi a tutti i cuori degli interessati.
Stiamo cercando persone per la costituzione di un ecovillaggio.
E proprio qualche giorno fa (mentre facevo qualche ricerca per possibili terreni in vendita) ho visto sul sito “Il cambiamento” un annuncio di vendita di uno splendido B&B. Ci ho pensato molto e spero ci possa nascere un progetto di libertà e consapevolezza, che non può nascere senza il sostegno di un gruppo di persone.
Dopo aver chiamato la proprietaria ho sentito il suo entusiasmo per il progetto, invitandoci ad andare a vedere il posto e conoscersi.
Perciò siamo alla ricerca di persone che credano in una vita diversa, con più consapevolezza e rispetto per sè stessi, per gli altri e per la natura.
Cos’è un ECOVILLAGGIO? è appunto un villaggio che si basa sul rispetto per la natura, in buona parte autosufficiente e sull’aiuto reciproco. Questo è quello che c’è da sapere. Ogni ecovillaggio poi ha le sue particolarità, ecovillaggi a sfondo spirituale, artistico, culturale, chi si unisce semplicemente per fare agricoltura ecc..ecc..
La nostra idea sarebbe riuscire a prendere questo B&B e i terreni limitrofi, per poter coltivare. E tenere il B&B per corsi, laboratori.. e per le persone che sono di passaggio sfruttandolo appunto come bed and breakfast.
Le idee sono tante, mancano solo persone. Persone che vogliano mettersi in gioco e che abbiano la voglia di condividere quest’esperienza di vita con altre persone, quindi disposte a fare un lavoro di crescita sia personale che di gruppo.
Ci sarebbero molte cose da dire, inutile scrivere su di un computer perciò per chiunque fosse interessato invito a scrivermi a questa email: alessia.roncoroni@alice.it, oppure a lasciare commenti, oppure ancora chi ne ha voglia, condividere e spargere la voce.
Grazie di cuore 🙂

Il Cambiamento

Tutte le mattine un cittadino si alza pensando a tutto ciò che deve e vorrebbe fare:
Yoga, meditazione, una doccia fredda per partire bene e con la carica, una colazione nutriente con spremuta d’arancie e nulla più.
Andare al lavoro rilassato e non farsi prendere da stress e frenesia, perchè ha deciso
di cambiare, di esser più felice.
Ogni mattina si alza alle sei meno un quarto per fare tutto questo, ma rimanda sempre al giorno dopo, riaddormentandosi, svegliandosi alle 7 e correndo al lavoro in ritardo, trovando solo il tempo per una brioche al volo di cui appena ne assapora il gusto.
E ogni sera torna a casa, stanco e stressato e pensa “bene, adesso mi dedicherò a me stesso, mi farò la doccia fredda che questa mattina non ho fatto, per togliere la stanchezza e poi mi rilasserò con una bella meditazione”.
Ma dopo la cena è troppo stanco e si ritrova a letto pensando “quando sarò in pensione mi comprerò una casetta in montagna e sarò felice e sereno”.
Le mattine si susseguono sempre uguali: l’uomo si sveglia, rimanda ciò che vuol fare, va al lavoro. Torna casa, mangia, dorme.
Finchè un giorno, mentre cammina verso la stazione, un vecchio lo ferma e gli chiede
“mi scusi sa che ore sono?” “non saprei, mi scusi sono in ritardo”.
E poi viene fermato un’altra volta, da una donna che vorrebbe fargli delle domande. Lui risponde “non ho tempo”. E mentre si allontana sente le parole che gli dice la donna “Se corre così veloce non avrà mai tempo.. nemmeno per vivere.”

La sera torna a casa stanco come sempre. E come sempre nel letto pensa.
“cosa sto facendo? non sto costruendo niente, non sto nemmeno vivendo”.

Il mattino dopo si alza, è stanco, non ha nemmeno voglia di andare a lavorare.
Si siede sul letto e chiude gli occhi. Inizia a fare qualche respiro profondo. E quando riapre gli occhi è ancora presto. Con calma fa una bella doccia, beve la spremuta che da tempo rimanda.
La sera torna a casa e decide di leggere di guardarsi un film e poi dormire.
Il giorno dopo fa anche yoga. Il giorno dopo ancora trova il tempo di farsi una passeggiata e quello dopo ancora esce con amici.
Una sera, sul letto inizia a pensare a quante cose si è perso..e inizia a pensare che non vuole più perdere la vita. Inizia a pensare che non vuole aspettare la pensione per la sua casa in montagna..
E allora, inizia a cambiare.

Annuncio per tutti gli interessati alla LIBERTA’

Volevo parlare di un progetto che è ancora agli inizi, però spero che raggiunga più persone possibili.
Il suo nome è “Progetto Libertà” (wow che nome originale direte voi, ma credo che anche se banale è il nome perfetto. :D)
Questo è un progetto per la costruzione di un ecovillaggio in lombardia, più precisamente nei pressi del lago di Como (o almeno questa è l’idea che potrebbe anche espandersi e/o cambiare).  Ho creato una pagina facebook che potete trovare appunto con il nome di “Progeto libertà”. La pagina serve a mettere idee e pensieri sulla costruzione di qualcosa che non è solo un semplice ecovillaggio/comunità, ma è anche la ricerca di un modo per cambiare le cose. E’ una pagina che potrà servire per confrontarsi su idee e progetti per un nuovo modo di vivere.

Per fare qualcosa come cambiare la società di adesso ci vuole un grande sforzo e un grande coraggio. Perché è una continua lotta con qualcuno che tenta di distruggere l’umanità…E l’essere umano è davvero molto fragile.

Conquistare un cambiamento è una lotta esasperante. Perché per ogni passo verso la libertà che cerchi di fare, i tuoi grandi passi saranno sempre passi giganti per minimi cambiamenti, mentre chi sta al potere con uno sgambetto riesce ad annullare almeno la metà di queste conquiste.
Allora perché ci affanniamo tanto? perché non ci arrendiamo? perché non molliamo tutto e viviamo fregandocene e divertendoci senza pensare agli altri o al mondo?  perché sforzarsi a trovare modi alternativi di vivere e cambiare il mondo?Perché nonostante tutto la libertà grida forte e chiaro il suo nome. Perché la libertà risuona nell’anima e non può non essere ascoltata. Perché l’uomo dopotutto tende alla felicità e la felicità è libertà. E’ qualcosa che non può essere fermato.

Un Mondo Per Noi

Sono sicura:
Da qualche parte ci deve essere un mondo migliore.
Forse oltre il cielo e le stelle.
O su quella strada che porta al di là dell’arcobaleno.
Un posto magico come quello dei sogni,ma che non sia soltanto un sogno.
Un posto..come l’isola che non c’è..
Un mondo per noi diversi.
Dove ci sia il sole.
Dove si possa vivere veramente.
Dove ci sia la libertà e la felicità.
Un mondo di strade libere e persone vere.
Dove i nostri occhi non smettano mai di brillare e le nostre anime di  bruciare e i nostri sorrisi di splendere.
Un giorno lo troveremo e se non l troveremo..lo creeremo noi.
Lotteremo per il nostro mondo.
Un mondo giusto, te lo prometto.

Questa “poesia” l’ho scritta tempo fa. Alla fine ho scritto “te lo prometto”, ma non sapevo a chi stavo promettendo a dire la verità…mi è uscito così, senza pensarci, come se già conoscessi quel qualcuno a cui prometterlo.
Ora lo so. Quindi questa poesia la dedico a questa persona, che un giorno mi ha preso la mano e mi ha insegnato a ballare (letteralmente) 😀

Ale

Il Buongiorno si vede dal mattino

Vi siete mai alzati la mattina così intraprendenti da poter spaccare il mondo?
Bè…….diciamo che a me succede raramente, perché la maggior parte delle volte mi sveglio senza riuscire a connettermi col mondo.. Ci metto almeno 5 minuti per ingranare, più la mia meditazione mattutina che non può mancare.
E così dopo, a meno che non cado dal letto come succede spesso, (e credetemi non sto scherzando, quando mi stiracchio va a finire che mi rotolo nel letto fino a sfiorare il bordo), mi sveglio.

Però, ieri mattina mi è successo. Non di cadere dal letto -_-
ma di svegliarmi così: piena di entusiasmo e la consapevolezza che sarei riuscita a fare di tutto.
Quando vi svegliate e avete in testa una decisione che state per prendere e la mattina sentite che è la cosa
giusta da fare, che sentite che è così che deve andare e siete davvero felici perché sapete, dentro di voi,
che infondo andrà bene.
Basta solo crederci e poi senti che tutto è possibile.
Che è possibile anche cambiare il mondo. Perché è vero, quando cambi tu, vedi il mondo attorno a te cambiare e prendere un’altra direzione. “sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”
Come disse Gandhi.
“E poi?” chiedete voi. “Quali straordinarie cose hai fatto? quale illuminazione ti è giunta così d’improvviso?”

Bè.. niente. Sono caduta dal letto ecco cos’è successo. 😀 E il mio cervello si è riconnesso alla realtà di questo mondo,
che non è la Kirghisia di Silvano Agosti o Il Pianeta Verde.
Ma alla fine per un pazzo..la realtà non esiste, esistono solo tanti modi di vedere ciò che gli sta attorno
e decidere quale universo meglio gli aggrada.
Che volete che me ne importi se la realtà non è una favola, so che possiamo cambiarla e questo mi basta per essere ottimista 😉

By

Ale